Home / Mondo / LA VILLA DEI PAPIRI DI ERCOLANO

LA VILLA DEI PAPIRI DI ERCOLANO

La Villa dei Papiri, conosciuta anche con il nome di Villa dei Pisoni, è una villa di epoca romana, sepolta durante l’eruzione del Vesuvio del 79 e ritrovata a seguito degli scavi archeologici dell’antica Ercolano: è così chiamata poiché al suo interno conservava una biblioteca con oltre milleottocento papiri.

Si ritiene che la splendida Villa dei Papiri sia appartenuta a a Lucio Calpurnio Pisone Cesonino, suocero di Gaio Giulio Cesare e deve il suo nome al ritrovamento di una biblioteca con quasi duemila papiri carbonizzati ma ancora leggibili attraverso opportune tecnologie. Dopo l’eruzione del 79 d.C. La struttura finì sotto oltre venticinque metri di materiale vulcanico ed ancora non è stata completamente liberata.Durante gli scavi invasivi attraverso cunicoli voluti dai Borboni, che poterono così recuperare molto materiale di grande pregio artistico divenuto patrimonio del museo archeologico di Napoli , Karl Weber tracciò le piante dell’edificio utilizzate in seguito da Jean Paul Getty per costruire a Malibù una copia della villa da destinare a sua abitazione ed ora divenuta museo.

 

About admin

Vedi Anche

Ercolano – piccola grande Italia 

Le bellezze tipiche italiane nella terra del Vesuvio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *