Il punto di Sottoterra

Sottoterra Movimento Antimafie è un’associazione di volontariato nata il 25 maggio 2010, operante tra le province di Napoli e Caserta. Lotta alla criminalità ed educazione alla legalità: queste sono le sue linee guida.

L’associazione, fondata sul contributo di giovani volontari, si propone di organizzare e promuovere iniziative legate alla cultura del vivere onesto. 

Le mafie hanno sprofondato e seppellito sottoterra le speranze, i sogni e le reazioni dei cittadini onesti.

In particolar modo, è stata seppellita la voglia di reagire dei giovani, costretti ad osservare che le mafie, con la loro forza incontrastata, prevalgono talvolta sullo Stato.

Aprile, 2014

  • 14 Aprile

    In marcia a Frattamaggiore in ricordo delle vittime di mafie

    Lo scorso 21 Marzo, in occasione della giornata nazionale delle Vittime Innocenti di Mafia, Frattamaggiore ha ricordato con una marcia con le scuole i nomi di chi è stato ucciso dalla camorra. La marcia, momento finale del progetto ‘Scuole&Volontariato’ del Csv (Centro Servizi per il Volontariato) di Napoli, si inquadra …

Marzo, 2014

  • 17 Marzo

    Frattamaggiore ricorda le vittime di mafie

    L’associazione di volontariato Sottoterra Movimento Antimafie in collaborazione con Libera unitamente con l’Isis ‘G. Filangieri’ e con il Csv, Centro Servizi per il Volontariato di Napoli ha organizzato sul territorio di Frattamaggiore una marcia per la legalità il 21 marzo in occasione della XIX Giornata della Memoria e dell’Impegno in …

Febbraio, 2014

  • 17 Febbraio

    Federico del Prete, una storia di resistenza alla camorra (e alla corruzione)

    Medaglia d’oro al valore civile. “Per aver combattuto battaglie di legalità da sindacalista per gli operatori del commercio e per aver efficacemente collaborato con le Forze dell’ordine, veniva barbaramente assassinato in un vile agguato camorristico. Altissimo esempio di impegno civile e impegno morale spinti fino all’estremo sacrifico”. Federico, ottavo di …

Gennaio, 2014

  • 14 Gennaio

    Nessun morto! Nessun morto! Nessun morto!

    Ecco il dato dei botti di Capodanno che ha dato una prima buona notizia per questo 2014, o almeno se la si vuole vedere positivamente. Restano ancora numerosi i feriti di questo scempio dell’illegalità, è ancora troppo forte il numero dei feriti, ma se si pensa ai bollettini di guerra …